La tutela dei passeggeri in caso di negato imbarco, cancellazione del volo e ritardo prolungato

di

Monica Brignardello

Giappichelli Editore

La tutela dei passeggeri in caso di negato imbarco, cancellazione del volo e ritardo prolungato - Bookrepublic

La tutela dei passeggeri in caso di negato imbarco, cancellazione del volo e ritardo prolungato

di

Monica Brignardello

Giappichelli Editore

FORMATO

Adobe DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 20,99

Descrizione

È ben noto che nel trasporto aereo, così come nelle altre modalità di tra-sporto, il passeggero può incorrere in contrattempi, che possono talvolta ge-nerare anche gravi disagi e danni, in conseguenza essenzialmente di tre even-ti, costituiti dal negato imbarco, dalla cancellazione del volo e dal ritardo prolungato, spesso, anche se non sempre, riconducibili a comportamenti po-sti in essere dalle compagnie aeree per propri interessi commerciali.Tali eventi, fatta eccezione per alcuni aspetti inerenti il ritardo, sono ulte-riori e diversi rispetto a quelli che comportano danni alla persona del passeg-gero ed ai bagagli oggetto di disciplina nella Convenzione di Montreal del 1999 sui trasporti aerei internazionali a cui rinvia la riformata parte aeronau-tica del codice della navigazione riguardo ai voli interni.La normativa comunitaria, volta, in un certo senso, a colmare le lacune presenti in quella internazionale uniforme, ha cercato di trovare un equili-brio tra le esigenze del passeggero, quale parte contrattuale più debole, e quelle dei vettori aerei i quali vedrebbero aggravata sotto il profilo economico la loro posizione se dovessero essere tenuti a farsi carico anche di ogni minimo disagio sopportato dai loro clienti. Si è allora cercato di evitare l’in-sor¬gere di controversie con misure, per così dire, “risarcitorie” immediate, qua¬si automatiche, a favore dei passeggeri incorsi in disagi e/o danni a segui-to del negato imbarco, della cancellazione del volo e del ritardo prolungato, scoraggiandoli così ad intentare azioni giudiziarie e rendendo nel contempo sopportabili per le compagnie aeree gli oneri economici.Ne è scaturito il Reg. (CE) n. 261/2004 che disciplina l’azione dei vettori aerei nell’ipotesi in cui si verifichino disagi/danni per i passeggeri costretti a lunghe attese in aeroporto.Se grazie all’intervento del legislatore comunitario la tutela del passeggero sulla carta sembra essere stata effettivamente rafforzata, non si può tuttavia sottacere che le disposizioni del Reg. (CE) n. 261/2004, che dovrebbero es-sere facilmente conosciute dai passeggeri per renderli edotti dei loro diritti, sono in realtà di non agevole interpretazione ed applicazione, sollevando in concreto una serie di incertezze ermeneutiche come dimostrano le numerose pronunce non soltanto dei giudici nazionali, ma anche, e soprattutto, della Corte di giustizia.Tant’è che la Commissione ha avviato un iter di revisione del Regola-mento, presentando di recente una proposta di modifica dello stesso. Attra-ver¬so l’analisi di tale proposta è possibile valutare se essa sia effettivamente in grado di migliorare, rendendola più chiara e meno incerta, la vigente disci-pli¬na oppure se richieda eventualmente di essere ancora completata e perfe-zio¬nata.Nello stesso tempo, confrontando il Reg. (CE) n. 261/2004 con i Rego-lamenti relativi ai diritti dei passeggeri nelle altre modalità di trasporto, ap-pare spontaneo domandarsi se la scelta operata dal legislatore comunitario di continuare a disciplinare separatamente i diritti dei passeggeri nelle diverse modalità trovi oggi giustificazione nelle specificità dei singoli mezzi oppure se non sia possibile pensare di pervenire ad unico testo normativo che, pur tenendo conto delle peculiarità di ogni mezzo di trasporto, disciplini il più possibile in modo uniforme le misure che i vettori sono tenuti a porre in es-sere a favore dei passeggeri costretti a sopportare disagi/danni anche notevoli a seguito dei loro comportamenti, colposi o meno, che non consentono una regolare esecuzione del trasporto.

Dettagli

Dimensioni del file

1,6 MB

Lingua

ita

Anno

2015

Isbn

9788892156067

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.