Finanziare la sanita pubblica (anche) con capitali privati

di

Sergio Spatola , Serena Manzin

EDUCATT

Finanziare la sanita pubblica (anche) con capitali privati - Bookrepublic

Finanziare la sanita pubblica (anche) con capitali privati

di

Sergio Spatola , Serena Manzin

EDUCATT

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 3,99

Descrizione

L’attenzione sempre crescente nei confronti della tutela della salute
costituisce ormai un dato comune dell’esperienza degli ordinamenti
giuridici più evoluti nei termini di un valore obiettivo essenziale che
appartiene ai principi dello Stato sociale.
La predisposizione di forme adeguate di affermazione effettiva di
tale valore è a sua volta considerata come un elemento strutturale del
Welfare state, con il conseguente impegno degli organi politici di indirizzo rivolto a garantire un sistema diffuso di accesso ai servizi.
Nel nostro ordinamento, la realizzazione dell’impianto volto ad assicurare il pieno soddisfacimento del diritto alle prestazioni sanitarie è
il frutto di una evoluzione normativa, di cui si ripercorreranno i momenti fondamentali, e che, dopo una prima fase di intervento estremamente limitato, da parte del legislatore, ha trovato attuazione attraverso l’istituzione del Servizio sanitario nazionale (SSN) con la legge n.
833/1978, che è ispirata a principi quali la globalità delle prestazioni,
l’universalità dei destinatari e l’uguaglianza di trattamento.
In tal modo, il legislatore italiano ha optato per un sistema che garantisse le prestazioni sanitarie quale diritto a ricevere cure pagate in
prevalenza con il denaro pubblico

Tratto dalla Premessa

Dettagli

Dimensioni del file

45,0 MB

Lingua

ita

Anno

2020

Isbn

9788893356350

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.