“OGM” - Dialogo scientifico-politico su una categoria senza senso

di

Giovanni Tagliabue

UniEdi

“OGM” - Dialogo scientifico-politico su una categoria senza senso - Bookrepublic

“OGM” - Dialogo scientifico-politico su una categoria senza senso

di

Giovanni Tagliabue

UniEdi

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 7,99

Descrizione

Per un intricato complesso di fattori psicologici, sociali, politici ed economici, un vasto movimento di opinione, alimentato da forze di attivismo radicale, rifiuta i cosiddetti "organismi geneticamente modificati", prodotti agricolturali dal genoma direttamente ritoccato. Mentre lo pseudo-concetto non ha base scientifica, gli oppositori insistono nell'attaccarlo, come simbolo dell'agroindustria; tale lotta socio-politica, che ha le sue ragioni, ma nasconde anche motivazioni ideologiche o commerciali, fomenta dubbi e paure su pretesi effetti negativi de "gli OGM" (plurale privo di significato) per l'ambiente e la salute. Invece, gli scienziati raccomandano - inascoltati, in particolare dai politici - di controllare con attenzione e cautela le singole nuove varietà vegetali, "OGM" e non! Il libro spiega questo tabù contemporaneo e le sue motivazioni legittime, ma spesso illogiche e non scientifiche. L'avversione per "gli OGM" va liberamente praticata da chi lo voglia, ma non deve più essere legge per tutti: è antidemocratico imporre freni autoritari all'uso ben regolato di certe novità biotecnologiche, alla ricerca pubblica e alle sue ricadute filantropiche.

Dettagli

Dimensioni del file

2,7 MB

Lingua

ita

Anno

2015

Isbn

9788894098761

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.