L'invasione degli ultracorpi. Il volto tragicomico del razzismo

di

Stefano Scagni

Chinaski Edizioni

L'invasione degli ultracorpi. Il volto tragicomico del razzismo - Bookrepublic

L'invasione degli ultracorpi. Il volto tragicomico del razzismo

di

Stefano Scagni

Chinaski Edizioni

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 4,99

Descrizione

“Io non sono razzista, però…” è una della frasi più ricorrenti di chi cerca ostinatamente una scusante a un’idea di civiltà non propriamente includente. Nato insieme all’uomo il fenomeno del razzismo attraversa i millenni, figlio della paura e dell’ignoranza ma anche di squallide logiche economiche e di potere. Dal mito della donna “perbene” in fatto di morale sessuale, concetto stranamente mai applicato all’uomo, a quello dell’omosessuale come essere deviato e contro natura, dal confronto col professante un’altra confessione definito di volta in volta “eretico”, “infedele”, “senza Dio”, “blasfemo” e così via, a quello con lo straniero visto come minaccia per l’occupazione e la casa. Tante tematiche, quasi sempre trasversali, del grande teatro umano dove va eternamente in scena una commedia dell’assurdo che comincia sempre con l’insofferenza verso il vicino di casa e termina con lo sterminio pianificato di milioni di persone.
La frase “il riso uccide la paura” che il Venerabile Jorge pronuncia nel finale de Il Nome della Rosa restituisce bene lo spirito di questa breve raccolta di scritti e vignette. Non è un libro di Aristotele ma in fondo è meglio così: non corre il rischio di essere preso troppo sul serio.

Dettagli

Dimensioni del file

20,7 MB

Lingua

ita

Anno

2014

Isbn

9788898155545

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.