Lilli Heiner - Bookrepublic

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 3,99

Descrizione

Lucie Depauw racconta una delle storie più terribili degli ultimi decenni, la parabola delle atlete della DDR imbottite per anni di ormoni: vinsero grappoli di medaglie alle Olimpiadi e ai Campionati europei e mondiali, ma subirono conseguenze devastanti. Lilli è una di loro. Lilli diventa Heiner, una ragazza diventa uomo. Senza averlo chiesto, senza averlo voluto, senza capire. Una pratica medica perversa, un piano criminale, che ha causato una terribile sofferenza. Raccontare questa storia sulla scena crea subito potenti risonanze. Perché il teatro è da sempre trasformazione – e dunque anche il passaggio dal maschile al femminile. E naturalmente questo tema pone al centro dello spettacolo la questione dei generi: che cosa vuol dire oggi essere donna? O essere uomo? Lucie Depauw si è documentata con cura. Non cerca lo scandalo, la provocazione, il facile sentimentalismo. Racconta per schegge narrative l'impressionante e dolorosa trasformazione di un corpo, e di una psiche. Sconvolge con la nuda oggettività dei fatti, con la sequenza dei dettagli. Emerge da un lato la continuità con l'atletismo perfezionista del Terzo Reich, ma anche l'affinità con l'ossessione per la performance che oggi sembriamo tutti condividere: e infatti gli scandali per il doping continuano a riempire le cronache sportive, investendo le palestre e coinvolgendo anche i bambini.In una vicenda come questa, si possono cercare le colpe e si devono inseguire i destini dei buoni e dei cattivi. Ma al di sotto della storia e della sociologia, dietro questo scandalo, s'avverte un altro respiro, che arriva da lontano, dal profondo. Perché la metamorfosi era un tempo concessa agli dei. È per questo che Lucie Depauw non ha fatto solo una inchiesta interessante. Non ha solo scritto un dramma strappalacrime sull'innocenza tradita. Lilli Heiner è una tragedia contemporanea.[L'AUTORE]Lucie Depauw è nata nel 1978 a Lione. Ha ricevuto la borsa di studio per la scrittura dalla Fondation Beaumarchais per i suoi testi (Memorie dalla pista da ballo in 2009), il supporto per la creazione dal Centro Nazionale del Teatro (Imene nel 2011 e Lilli/HEINER nel 2012), ha ricevuto un premio dal Journées d’Auteurs di Lyon nel 2011 (Memorie dalla pista da ballo). I suoi testi sono regolarmente messi in scena (Théatre de la Tête Noire, Comédie Française, Avignon…). Alcuni testi sono pubblicati e tradotti (in Germania, Memorie dalla pista da ballo e in Serbia Imene). Lucie divide il suo tempo tra messe in scena, (Tentativo intimo con Sabine Revillet in 2007) e progetti per la creazione dei suoi testi. Lavora anche come assistente alla regia per l’audiovisivo.

Dettagli

Categorie

Letteratura

Dimensioni del file

549,2 KB

Lingua

ita

Anno

2015

Isbn

9788899015213

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.