La stanza del principe

di

Alessandro Di Nuzzo

Wingsbert House

La stanza del principe - Bookrepublic

La stanza del principe

di

Alessandro Di Nuzzo

Wingsbert House

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 4,99

Descrizione

Poco più di cinquecento anni fa, dal suo ritiro di Sant’Andrea in Percussina Nicolò Machiavelli completava la stesura di un breve trattato politico intitolato De principatibus. Il Principe, l’opera che gli avrebbe dato la fama universale e l’immortalità fra i grandi della civiltà occidentale. Il vero storico e il vero di fantasia si intrecciano in questo romanzo, per offrirci un’ipotesi di come l’uomo di pensiero e di azione più geniale di tutta la storia d’Italia arrivò a scrivere il suo capolavoro. Siamo nel 1513, anno fatidico e drammatico per il Segretario fiorentino. Spettatore impotente della tragica caduta della repubblica, imprigionato e torturato con l’accusa di aver cospirato contro i Medici di nuovo padroni della città, Nicolò è esiliato fra le rozze popolazioni contadine di Sant’Andrea. Costretto ad occuparsi di pecore, legna da tagliare, vigne da rimettere in sesto, si “ingaglioffisce” all’osteria del borgo giocando a carte per denaro e disputando coi villani. Al ritorno nella sua stanza di studio, è costretto ogni volta a fare dolorosamente i conti con se stesso, le proprie ansie e le ambizioni. A rivedere tutta la sua vita, nel momento in cui la ruota della sua fortuna è al punto più basso. Scrivere quelle pagine intrise di politica, sangue e Storia è per Machiavelli prima di tutto compiere un grande flash-back personale sulla propria esistenza. Scoprirne gli errori, in un processo di autoanalisi modernissimo, senza il quale non è possibile capire gli approdi del suo pensiero. Cercare di sanare le contraddizioni – prima di tutte quella fra l’ideale e la realtà – svelando i meccanismi del comando e della sopraffazione: non solo per se stesso, ma per i suoi lettori presenti e futuri, per le generazioni a venire. Questa narrazione sposa, con convinzione ma senza enfasi, la “tesi” positiva su Machiavelli. Il Principe non è il manuale della crudeltà al governo. Piuttosto, la rappresentazione più lucida che sia mai stata data degli inganni del potere – sia esso laico che religioso – perché siano riconosciuti in tempo dai popoli. Dunque, un grande esercizio di libertà: intellettuale e politica. La storia narrata in questo romanzo, frutto di invenzione ma non inverosimile, intende ribadirlo, cercando fra le pieghe del ritratto di Machiavelli i segni della sua sofferta e profondissima umanità.

Dettagli

Categorie

Saggistica

Dimensioni del file

634,9 KB

Lingua

ita

Anno

2015

Isbn

9788899276133

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.