Questione di stile

di

Pasquale Gallo

Lastaria Edizioni

Questione di stile - Bookrepublic

Questione di stile

di

Pasquale Gallo

Lastaria Edizioni

FORMATO

Nessuna protezione

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 9,49

Descrizione

In una storia lunga e ricca di successi come quella della società bianconera, che attraversa e si intreccia con un secolo di storia italiana, molto spesso si è sentito parlare di “Stile Juventus”, espressione che talvolta ha suscitato in qualche critico perplessità e scetticismo, quasi fosse ormai una formula cristallizzata e priva di fondamento. In questo volume l’Autore si impegna ad analizzare le numerose occasioni che, nel corso del tempo, hanno visto la Società contraddistinguersi – in campo così come fuori – per buon gusto, eleganza e capacità di relazionarsi sportivamente con l’avversario; in una parola: Stile. Impossibile parlare della Juventus senza delineare un ritratto della Dinastia Agnelli, che tanto ha contribuito alla storia della squadra e dell’Italia attraverso i suoi illustri rappresentanti. Personaggi che, come la Società che hanno guidato, si sono meritati un prestigio internazionale riservato solo a pochi. È anche grazie ai loro insegnamenti se la Juventus, dopo lo scandalo del 2006, ha saputo, come l’araba fenice, rinascere con coraggio dalle sue ceneri. Questione di Stile è il racconto di un grande tifoso e appassionato di storia juventina, ma, allo stesso tempo, è il resoconto dettagliato e ricco di documentazioni da parte di un professionista che cerca, pur nella difficoltà che questo sempre comporta, di dipanare la cortina di fumo che avvolge alcuni avvenimenti recenti, per giungere a una Verità chiara e priva di ambiguità.

Pasquale Gallo è nato il 26 agosto 1951 a Salerno, dove vive con la sua famiglia e col suo caro labrador. Si laurea in Medicina e Chirurgia nel 1976 dopo studi umanistici presso il liceo De Santis di Salerno ed il “Minghetti” di Bologna ed in seguito agli insegnamenti di alcuni tra i più grandi luminari della Medicina internazionale che ha avuto la fortuna di avere come Maestri tra l’Università di Bologna (“LA DOTTA”) e quella di Napoli. Specializzatosi presso l’Ospedale “Monaldi” della città partenopea in “Tisiologia e Malattie dell’Apparato Respiratorio” si dedica durante gli anni Settanta ed Ottanta all’Endoscopia Toracica, passione di cui è sempre andato fiero. Medico di famiglia, da sempre ha ritenuto come suo più prestigioso momento della carriera scientifica quel mercoledì 14 giugno 1984 quando presentò al Convegno Mondiale di Broncologia un suo lavoro sperimentale dinnanzi ad una platea dei più illustri luminari della materia, tra cui spiccava in prima fila la figura carismatica di un ottuagenario medico giapponese, il Professor Ikeda, scopritore del broncoscopio. 
Negli anni Ottanta conosce sempre più da vicino e dal di dentro la grande Famiglia Juventus di Gianni Agnelli, fino a diventarne collaboratore, osservatore ed uomo di riferimento per il riconosciuto senso di appartenenza a quel DNA di edoardiana memoria dagli anni Venti. 
Il suo primo volume, Io e la Juve. Storia di un grande amore, ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti di critici per la storicità ed il pathos in esso contenuti in una simbiosi precisa che lo stesso autore intendeva raggiungere. Con questo secondo lavoro letterario desidera concludere un discorso finalizzato alla spiegazione ed al chiarimento ad amici ed avversari di quel fenomeno irripetibile chiamato Juventus. Pur continuando la professione medica e quella di agente di calcio, da alcuni anni ha avvertito la necessità di dedicarsi alla scrittura.

Dettagli

Categorie

Dimensioni del file

10,7 MB

Lingua

ita

Anno

2019

Isbn

9788899706623

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.