Incerto quel che resta

di

Matteo Bottone

Edizioni Leucotea

Incerto quel che resta - Bookrepublic

Incerto quel che resta

di

Matteo Bottone

Edizioni Leucotea

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 5,99

Descrizione

Il romanzo storicamente è ambientato nel cuore del Cinquecento, in un periodo nel quale, in più forme, si è manifestata per vari motivi la “paura della diversità”. Due giovani fuggono dopo aver combattuto nella battaglia di Agnadello, riparando a Venezia, città nella quale avevano trovato rifugio molti altri profughi anche loro scappati davanti all'avanzata delle truppe della Lega di Cambrai. Nella città lagunare entrano in contatto con un'umanità che, nelle convinzioni, nella cultura, nella religione e nelle scelte di vita risulta eterogenea, in un periodo storico ricco di grandi cambiamenti che finiscono per coinvolgerli totalmente. A Venezia, già in quel tempo, una delle città più cosmopolite del mondo si ebbe l'istituzione del primo Ghetto della Storia, l'incontro-scontro con l'Oriente e l'Islam e si avvertì la crisi che portò alla diffusione di confessioni diverse all'interno del Cristianesimo che causarono forme di intolleranza e forti contrasti. Chi è intollerante è convinto di avere la verità assoluta e vuol fare in modo di farla trionfare, usa il sospetto come instrumentum regni e la repressione totale come “violenza legale” contro il maligno. Tolleranza e intolleranza due parole, o meglio due concetti che nel nostro presente sono tristemente e prepotentemente tornati d'attualità.

Dettagli

Categorie

Letteratura

Dimensioni del file

242,0 KB

Lingua

ita

Anno

2016

Isbn

9788899947156

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.