Il Consenso - Bookrepublic

FORMATO

Nessuna protezione

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 2,99

Descrizione

Diventare o no donatore di organi dopo la morte. Questo è il dubbio che ossessiona la coscienza di Umberto, il suo chiodo fisso, da quando ha capito di non condividere i principi della Legge che ne regola le modalità.

La sua vita scorre apparentemente tranquilla, nella sua Sicilia. Ha una compagna, ha un lavoro, un gatta che gira tra i suoi oggetti di cui è tanto geloso. Ha ancora dei sogni che non ha più coltivato ma che non sono per questo svaniti. È giunto a quella che lui stesso chiama la sua “età di mezzo” senza che abbia chiarito a se stesso certi dubbi sul senso della vita, su quello della morte e sulla propria identità corporea a cui tanto è legato. Nel suo animo sente che qualcosa gli è mancato, la vera vicinanza agli altri, tenuti sempre a cortese distanza, un vuoto che potrebbe colmare solo accettando di aprirsi autenticamente al mondo e alle relazioni, andando oltre la sua vita di apparenze. Qualcosa che non sa fare e per questo inconsapevolmente, vive una vita tranquilla ma piatta.

Ma quando la sua gatta muore, le sue fragilità da sempre soffocate e ignorate tornano prepotenti alla sua attenzione più vive che mai, facendo riaffiorare in lui episodi lontani e volti amici che avevano popolato il suo passato ma col tempo dimenticati. Volti parlanti una lingua non umana, di animali domestici lontani nel tempo. Saranno questi volti, il ricordo delle loro code sinuose o scodinzolanti, le loro storie strappate all’oblio, a guidarlo sottovoce dove i suoi soli pensieri razionali non erano mai riusciti a farlo giungere.

Sulle sue vicende personali si interseca il delicato tema della donazione degli organi, che egli affronta dalla prospettiva dell’uomo comune, sempre distratto dalla vita quotidiana che getta uno sguardo confuso e inesperto sulla complessa normativa italiana. La storia di Umberto si propone come la scintilla iniziale (necessaria in ciascuno ma troppe volte mancante) per riflettere sulla necessità di essere coscienti del destino che avrà il nostro corpo dopo la morte. Una scelta da fare, qualunque sia ma consapevole e attiva, da non lasciare al caso nel rispetto di noi stessi.


***RECENSIONI

"Un libro piacevole e interessante che arricchisce."
Marco Ribechi | Antropologo, Giornalista, Revisore testi

“Un libro che parte da un semplice pretesto di vita quotidiana, cioè la scomparsa di un fedele amico a quattro zampe, per entrare in riflessioni esistenziali che possono riguardare ogni essere umano, ovvero il destino del proprio corpo dopo la morte. Lo spunto nasce dal tema del consenso assenso sulla donazione degli organi e dall’analisi del valore di questa scelta. Ho trovato il libro molto piacevole e interessante poiché condivido con l’autore molti punti vista. Molto bella la descrizione del ruolo degli animali nella vita e nell’immaginario delle persone.”
Emanuele Properzi | Imprenditore ed esperto di editoria


***L’AUTORE

Paolo Bellina
Nato in Germania nel 1968 da genitori emigranti, torna in Sicilia all’età di sei anni dove vive ancora oggi. Da 25 anni è impegnato nel mondo del terzo settore dove si è occupato di recupero sociale del disagio psichico, di tutela di minori a rischio devianza, di assistenza alla terza età, ricoprendo ruoli diversi ma incrociando sempre vite intensamente intrise di storie di sofferenza personale e di umanità profonda.
Appassionato di scrittura e di fotografia, “Il Consenso” è il suo primo libro pubblicato.

Dettagli

Dimensioni del file

967,0 KB

Lingua

ita

Anno

2020

Isbn

9791220059954

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.