Le tre città. Vol. III: Parigi (Traduzione di Emilia Luzzatto)

di

Émile Zola

G.D.M.

NEW
Le tre città. Vol. III: Parigi (Traduzione di Emilia Luzzatto) - Bookrepublic

Le tre città. Vol. III: Parigi (Traduzione di Emilia Luzzatto)

di

Émile Zola

G.D.M.

FORMATO

Nessuna protezione

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 0,99

Descrizione

Le tre città (titolo in francese, Les Trois Villes) è un ciclo romantico scritto da Émile Zola tra il 1893 e il 1898. Segue direttamente il ciclo precedente del romanziere, I Rougon-Macquart. L'eroe, padre Pierre Froment, funge da filo conduttore per i tre romanzi, Lourdes, Roma e Parigi, in cui Zola si interroga sul ruolo della religione nella società moderna, ma anche sul confronto tra una radiosa borghesia e il miserabile mondo della classe operaia.
 
Parigi​
 
L'idea di Parigi venne a Zola nel settembre 1892, ispirato dal contesto anarchico degli anni 1892-1894 con i loro attentati, ma anche dalla rivelazione dello scandalo di Panama, che coinvolse parte del mondo politico repubblicano e la sfera finanziaria. Pierre Froment è ancora il personaggio principale, il quale però, avendo perso ogni fede, decide di dedicarsi alla carità per i più poveri, senza successo. Si oppone poi al fratello chimico e anarchico, inventore di un nuovo esplosivo ad alta potenza, che vuole cambiare il mondo con l'uso del terrore e della violenza, portando l'eroe a comprendere la necessità di un rinnovamento organizzativo della società per combattere la miseria. Zola dipinge anche un'immagine della Parigi del denaro, della politica e del piacere, in opposizione all'estrema povertà che spinge all'anarchia.
Il romanzo fu pubblicato per la prima volta su Le Journal dall'ottobre 1897 al 9 febbraio 1898. La pubblicazione del libro avvenne nel pieno della vicenda Dreyfus, quando Zola pubblicò J'Accuse. . . ! . Il romanziere decise quindi di rinviare la pubblicazione di Parigi al 1º marzo su richiesta del suo editore, Charpentier. Come prevedibile, la reazione della stampa conservatrice di destra fu ancora più ostile in quanto personalità di estrema destra come Édouard Drumont furono riconosciute nei personaggi tratteggiati nei capitoli del romanzo. La critica veemente del libro si combinò con il linciaggio mediatico a seguito dell'articolo di Zola. A sinistra, Jaurès affermò che " Parigi è una coraggiosa protesta contro tutti i poteri di menzogne e servitù". Scrive Léon Blum: "Mai il signor Zola ha sviluppato con tanta lucidità e forza la sua visione ottimista dell'umanità in movimento".

Dettagli

Dimensioni del file

2,7 MB

Lingua

ita

Anno

2020

Isbn

9791220201018

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.