L'eresia nel Medioevo

di

Felice Tocco

G.D.M.

L'eresia nel Medioevo - Bookrepublic

L'eresia nel Medioevo

di

Felice Tocco

G.D.M.

FORMATO

Nessuna protezione

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 0,99

Descrizione

Felice Tocco (1845 – 1911) è stato un filosofo e storico della filosofia italiano.
Studiò all'Università di Napoli con Bertrando Spaventa e in quella di Bologna, allievo di Francesco Fiorentino. Insegnante di antropologia a Roma, divenne professore di Storia della filosofia a Pisa e poi a Firenze.
Nel 1875 si pose, nelle sue Ricerche platoniche, il problema della cronologia degli scritti platonici mentre, nella sua monografia su Giordano Bruno, negò che il filosofo di Nola potesse essere considerato un "martire del libero pensiero", quanto piuttosto l'interprete dei nuovi bisogni di razionalizzazione delle teorie filosofiche, in linea con l'impulso delle ricerche scientifiche in atto ai suoi tempi. Contribuì alla pubblicazione delle opere latine di Bruno, individuandone tre fasi di sviluppo: una fase neoplatonica, una fase panteistica e una atomistica.
Fu sostenitore del neokantismo, rifiutando ogni costruzione metafisica e privilegiando le esigenze della ragione pratica.
 
INDICE
 
Introduzione - Il movimento intellettuale contemporaneo dell’eresia.
I. Primo periodo della scolastica. Nominalismo. Realismo. Concettualismo 1-18
II. Condizioni politiche e religiose che preparano il secondo periodo della scolastica 18-25
III. Secondo periodo della scolastica. Tomismo e Scotismo 26-42
IV. Oppositori del Tomismo 43-46
V. Influsso del Tomismo sulla letteratura. Dante 46-57
VI. Terzo periodo della scolastica. Parallelo fra Dante e Petrarca 57-71
LIBRO I
DALL’ERESIA ALLO SCISMA
Capitolo primo - I Catari.
I. I dommi del Catarismo 73-83
II. Polemiche catare 84-87
III. Dottrine morali dei Catari 87-93
IV. Culto esterno e gerarchia 93-99
V. Origine del Catarismo 100-107
VI. Durata, diffusione, intensità del movimento cataro 108-125
VII. Valore del Catarismo 126-134
Capitolo secondo - I Valdesi.
I. Rapporto tra Catari e Valdesi Pag. 134-150
II. Precursori dei Valdesi 150-164
III. Pietro Valdez e l’opera sua 165-174
IV. Dottrine primitive dei Valdesi 174-192
V. Dottrine posteriori e rottura definitiva col Cattolicismo 192-206
Capitolo terzo - Patarini ed Arnaldisti.
I. Storia dei Patarini sino alla morte di Erlembardo 207-228
II. La lotta delle investiture 228-231
III. Arnaldo da Brescia. Sua vita 231-246
IV. Dottrine di Arnaldo e degli Arnaldisti 246-256
V. Riassunto del primo periodo 257-259
LIBRO II
DALLO SCISMA ALL’ERESIA
Capitolo primo - L’abbate Gioacchino.
Preambolo 261-262
I. Vita e carattere dell’abbate Gioacchino 262-291
II. Le opere autentiche e le spurie 291-318
III. Esposizione del Decacordo e della Concordia 319-352
IV. Il Commento all’Apocalisse 353-373
V. La dottrina dell’abbate Gioacchino 373-387
VI. Origine del Gioachimismo 387-409
Capitolo secondo - Amorico di Bena ed il movimento francescano.
I. Amorico e gli Almariciani 409-419
II. L’ordine francescano durante la vita del suo fondatore 419-435
III. I primi dissidii francescani. Il generale frate Elia ed i suoi oppositori 435-448
IV. Giovanni da Parma e l’Evangelo eterno 449-483
V. Pier Giovanni Olivi ed Ubertino da Casale 484-514
VI. La lotta dei francescani contro Giovanni XXII. Michele da Cesena e Guglielmo Occam 514-555
Conclusione - Valore dell’eresia medievale 557-559
 
 
 
 
 

Dettagli

Dimensioni del file

2,8 MB

Lingua

ita

Anno

2020

Isbn

9791220214988

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.