Davide Longo

Davide Longo è originario di Carmagnola, nei pressi di Torino, dove è nato nel 1971. Scrittore, documentarista e insegnante, grazie al romanzo "Un mattino a Irgalem" si è aggiudicato il Premio Grinzane Opera Prima 2001 e il Premio Via Po; nello stesso anno pubblica il suo primo libro per bambini, "Il laboratorio di Pinot". Al 2002 risale invece la partecipazione alla rassegna Scritture Giovani. Seguono opere che inducono la critica ad acclamarlo fra i migliori autori italiani degli ultimi anni, da "Il Mangiatore di pietre" (Premio Città di Bergamo e Premio Viadana 2004) a "La vita a un tratto" (2006) ed "E più non dimandare. Lettera prima" (2007), quest'ultimo firmato insieme al pittore Valerio Berruti. Cantore della montagna, sensibile documentarista ("Carmagnola che resiste", "Memorie dell'Altoforno"), autore teatrale e radiofonico per Radio Rai, Longo ha anche curato la raccolta "Racconti di montagna" (2007) e ha scritto per "Repubblica", "Avvenire", "Slow Food", "Donna", "Lettere" e "Travel". Il suo terzo romanzo, "L'uomo verticale", nel 2010 vince il Premio Lucca. È poi la volta di "Ballata di un amore italiano" e dell'antologia di racconti " Ti scrivo da Sella".
Risultati trovati: 10
Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.