Eugenio Borgna

Eugenio Borgna é nato a Borgomanero il 22 luglio 1930 ed è uno psichiatra italiano. È stato libero docente alla "Clinica delle malattie nervose e mentali" dell'Università di Milano ed è primario emerito di psichiatria dell'Ospedale Maggiore di Novara. È autore di numerosi saggi, nei quali alterna una produzione più specialistica a libri maggiormente divulgativi. In qualità di esponente della psichiatria fenomenologica, contesta l’interpretazione naturalistica - ancora oggi in voga - delle patologie mentali che ricerca le cause della psicosi nel malfunzionamento dei centri cerebrali, e la sua cura attraverso i farmaci e l’elettroshock. Con Feltrinelli ha pubblicato numoeri libri, tra i quali I conflitti del conoscere. Strutture del sapere ed esperienza della follia (1988), Malinconia (1992), Come se finisse il mondo. Il senso dell’esperienza schizofrenica (1995), Le figure dell’ansia (1997), Noi siamo un colloquio. Gli orizzonti della conoscenza e della cura in psichiatria (1999),, Le intermittenze del cuore (2003), L’attesa e la speranza (2005), Nei luoghi perduti della follia (2008), Le emozioni ferite (2009), La solitudine dell’anima (2011). Con Aldo Bonomi ha pubblicato Elogio della depressione (Einaudi, 2011).
Risultati trovati: 30
Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.