Honoré de Balzac

Di famiglia borghese abbastanza agiata, studiò in collegio prima a Tours e poi a Parigi, dove si trasferì con la famiglia. Nello spazio di vent'anni produsse quasi novanta tra romanzi e racconti, riuniti sotto il nome di "La Comédie humaine" ("La Commedia umana") e suddivisi in "Scènes de la vie privée" ("Scene della vita privata"), "Scènes de la vie de province" ("Scene della vita di provincia") e "Scènes de la vie parisienne" ("Scene della vita parigina"). Si tratta di un grandioso progetto di analisi della vita sociale e privata nella Francia della Restaurazione, l'epoca della "monarchia borghese" di Luigi Filippo. Il primo è un romanzo storico, "Les Chouans" ("Gli Sciuani", 1829), ispirato alla rivolta della Vandea; saranno però le opere successive a procurargli un autentico successo di pubblico: "La peau de chagrin" ("La pelle di zigrino", 1831), "Eugénie Grandet" (1833), "Le médecin de champagne" ("Il medico di campagna", 1833), "Illusion perdues" ("Illusion perdute", 1837-43), "Splendeurs et misères des courtisanes" ("Splendori e miserie delle cortigiane", 1839-47).
Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.