Luigi Capuana

Capuana nacque a Mineo (Catania) nel 1839, da una famiglia di proprietari terrieri. Non terminò gli studi giuridici, per dedicarsi al giornalismo e alla letteratura. Nel 1864 si trasferì a Firenze, dove collaborò come critico teatrale al quotidiano La Nazione. Tornato a Mineo (1869), s'impegnò nell'attività politica, diventando anche sindaco della città. Nel 1875 si spostò di nuovo al Nord, questa volta a Milano. Qui iniziò a collaborare con il Corriere della Sera e s'impegnò a diffondere il nuovo credo verista, soprattutto attraverso recensioni di libri contemporanei, italiani e francesi, poi raccolte nelle due serie (1880 e 1882) di Studi sulla letteratura contemporanea. Tornato a Mineo, alternò i soggiorni nella cittadina natale con permanenze a Roma, dove nel 1882-83 diresse l'importante settimanale "Fanfulla della Domenica". Dal 1902 si stabilì definitivamente in Sicilia, dove insegnò stilistica all'Università di Catania. Morì a Mineo nel 1915.
Risultati trovati: 47
Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.