Skira

Skira è conosciuta nel mondo come la più prestigiosa casa editrice nella storia dell’editoria d’arte internazionale. È soltanto un esperimento culturale quando viene fondata a Losanna nel 1928 da Alberto Schira, un ebreo svizzero di origini spagnole appassionato d'arte. Ma grazie alla passione e al genio dell'editore, che si fa chiamare Albert Skira alla francese, le prime pubblicazioni del marchio diventano leggendarie: le "Metamorfosi" di Ovidio, illustrate da Pablo Picasso con trenta acqueforti originali, e le "Poèsies" di Stèphane Mallarmè, accompagnate da ventinove gravures di Henri Matisse. Ottant’anni dopo la sua fondazione "Skira" è una piccola multinazionale del libro di qualità che pubblica oltre 300 novità all’anno.La linea in lingua italiana è numericamente la più corposa, comprende fra l’altro i cataloghi delle maggiori mostre italiane, ed è distribuito capillarmente in libreria dalla rete Rizzoli. Skira è entrata nel settore della narrativa lanciando una prestigiosa collana che annovera tra i suoi autori, e solo per citarne alcuni, penne del calibro di Andrea Camilleri, Antonia Arslan, Simonetta Agnello Hornby, Aldo Nove. La prestigiosa storia dell'editore culmina oggi con l'uscita dei titoli di Skira in versione digitale.
Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.