Virtù delle erbe

di

Odone di Meung

Città Nuova

Virtù delle erbe - Bookrepublic

Virtù delle erbe

di

Odone di Meung

Città Nuova

FORMATO

Social DRM

DISPOSITIVI SUPPORTATI

computer

e-reader/kobo

ios

android

kindle

€ 1,49

Descrizione

Quello che, insieme con l’Herbarius dello Pseudo-Apuleio, può a ragione considerarsi il trattato di medicina erboristica più fortunato e diffuso nel Medioevo fu dalla tradizione (quasi unanimemente, come vedremo) attribuito a un poeta didascalico di età augustea, Emilio Macro (Aemilius Macer); in realtà, è sufficiente scorrere il De viribus herbarum per incontrare citazioni da autori ben più tardi: Plinio, Dioscoride, Galeno, Oribasio e persino uno dei più famosi dotti medievali, Valafrido Strabone, il che come è ovvio basta da solo a destituire di ogni fondamento tale attribuzione. Alcuni codici riportano come autore un Odone di Meung (Odo Magdunensis), personaggio del quale poco o nulla sappiamo di certo. Un tentativo (che resta comunque congetturale) di ricostruirne l’identità lo identifica con un letterato originario di Meung-sur-Loire.

Dettagli

Dimensioni del file

143,4 KB

Lingua

ita

Anno

2016

Isbn

9788831120609

Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.