Anna Maria Ortese

Anna Maria Ortese nasce a Roma nel 1914. Nel 1915 il padre, Oreste Ortese, viene chiamato in guerra e la famiglia è costretta a lasciare la capitale, trasferendosi a Portici. Resterà molto legata alla città di Napoli, dove tornerà nel 1928 dopo aver vissuto a Potenza e in Libia. Nel 1939 vince i Littoriali Femminili e ciò la porterà a collaborare con importanti riviste come Belvedere, L’Ateneo veneto, Il Mattino, Il Messaggero e Il Corriere della sera. "II mare non bagna Napoli" è il suo scritto più famoso e controverso, che suscita in città violente opposizioni, tanto che l'Ortese avrà difficoltà a tornare a Napoli: inizia così un periodo molto sofferto e problematico, in cui le sue posizioni critiche nei confronti del mondo intellettuale e culturale dell'Italia dell'epoca le causeranno emarginazione e ostracismo. L'Ortese, tuttavia, non finirà mai di ricordare la città, come testimonieranno due libri scritti molti anni più tardi: II porto di Toledo (1975) e II Cardillo addolorato (1993).
Risultati trovati: 6
Informativa e consenso per l'uso dei cookie
Questo sito utilizza, fra gli altri, cookie tecnici, cookie di marketing generico anche di terze parti, cookie di profilazione di terze parti. I cookie servono a migliorare il sito stesso e l'esperienza di navigazione degli utenti. Per conoscere tutti i dettagli, può consultare la nostra cookie policy qui. Cliccando sul pulsante "Ho capito", accetta l’uso dei cookie.